Archivi del mese: marzo 2012

temps&récit

temps&récit 

 
 
 
Presto forse saprò se ancora al tempo
potrà  tenere testa un tal narciso
vago, nelle ragioni in cui m’intempo,
che convoco nell’ora in cui mi sviso,
 
presumendo ottenerle ad un contempo.
E tu mi segui e mi precede il viso
tuo: e tutto pare accada a un sol frattempo;
mentre incerto convoglia senza avviso
 
in un imbuto l’esser mio, disposto
pur ai più fini e più diffratti toni
dentro al saper difficile che porgi.
 
Che la tua grazia è tale che non scorgi
quanto di tutto ciò prezioso è il costo:
che il tempo mi divori e atteso doni
 
morVis 25.02.2012