Fior contrario

 
 Flor enversa
Come al contrario splendi, fior mio inverso.
che gioia doni aspra, non amara:
al mio di qua. 
Dono concesso a armato disincanto; 
e che non cede.
Pur senza principesco non-potere 
fin oltre il désirer, lì nel pensiero: 
dirupo ardito, e neve e ghiaccio e gelo.
Scudo di vanità alla vanità 
retrospettiva. 
In cui radice avvinci allo strapiombo. 
Su d’una pietra.
 
   mor!Vis* aprile 2011
*
Annunci

Una risposta a “Fior contrario

  1. Davvero interessanti questi versi.
    Quanto amiamo il ns. contrario che ci fa apprezzare oltre misura il ns. positivo! Non c’è giorno senza notte, non c’è chiaro senza scuro, non c’è bene senza male….
    Non siamo di fronte alla “coincidenza degli opposti” privilegio di Dio secondo Lorenzo Valla?
    A risentirci
    emilio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...