Ogus de prexu

Su gosu m’at benni innoi and’e mei.
E is ogus tuus ant’essi una paràula prena,
unu tzèrriu chi scorriat su mudori.
Su gosu a mei at benni: e is ogus suus is tuus ant’essi.
At essi cummenti a dh’accabbai custu macchìmini
meind un’isperu de arregolli a bucca muda.
At a benni sa morti e is ogus suus is tuus ant’essi.
E nisciunu cudhus ogus m’at a podi furai:
cudhus ogus chi memmancu su sprigu podit biri,
ni donai podit a tui.
Su laru tuu serrau at essi boxi po su cantu miu,
su sinu cun su prexu miu t’app’a bistiri.
Adhia ’e su tempus, ànima mia,
sorri drucci che una folla
chi si tremit isbioria.
M’app’a pesai ampulendi asua ’e unu ballu ’e prexu.
Castedhu, su 5 de ‘ennaxu 2012
 

*

La gioia a me verrà.  E i tuoi occhi
saranno una colma parola,
un grido acuto nel silenzio.
Verrà la gioia e avrà i tuoi occhi.
Sarà come smettere un vizio,
nella speranza attinta a labbro chiuso.
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.
E nessuno mi potrà più portar via quegli occhi,
che lo specchio non vede né ti dona.
Il tuo labbro stento sarà canto alla mia voce,
rivestirò il tuo seno del mio giubilo.
Fuori tempo, anima mia. Pallida tremula
dolce sorella. M’innalzerò danzando sulla gioia.
             m!Vis*
Cagliari, ottobre 2011
Annunci

2 risposte a “Ogus de prexu

  1. una lingua per dirle – sono perle sulla fronte infilate da una comune angoscia – con combinazione e intreccio tra versi e immagine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...