Ausencia

Eco dell’anima, mi consola questo dirmi di te:

pensiero che rimbalza a me dentro, e che m’assilla;

cercar serenamente la tua immagine

nell’assenza dove solo ti parlo:

amata servitù con cui m’affranco

dalla prigione della mia libertà.      

                    m!Vis  Ca, 6.aprile.2003.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...